Cosa porta il 2017 sui motori di ricerca?

Cosa porta il 2017 sui motori di ricerca?

Come sarà la Seo nel 2017:
Un dato interessante che si evince da come Google ha agito negli ultimi mesi, e che va a darci un orientamento su quello che si dovrebbe fare nel futuro a partire da questo 2017, è legato all’uso del mobile.

Si va sempre più verso una corsia preferenziale per i contenuti da mobile. Tendenza rafforzata nel 2016 proprio dall’introduzione del sopra citato Google Amp per pagine mobile.
Attenzione perché potremmo essere di fronte ad una vera e propria rivoluzione: dopo quasi 20 anni di preferenza al cosiddetto desktop, quindi pc e notebook, oggi per la prima volta ad essere favorita nelle preferenze di Google potrebbe essere l’indicizzazione via mobile.
E la filosofia del ‘mobile first’ d’altra parte va a riflettere le abitudini degli utenti, sempre più attivi su smartphone e tablet; oltre che la tendenza che il futuro prossimo potrebbe portarci. Quella di adesso è una generazione di giovani ‘mobile addicted’: che quindi a breve si trasformerà in utenti / consumatori che utilizzano solo il mobile per qualsiasi azione.

Ancora contenuti e link di qualità:
Ma nel 2017 non ci sono solo novità in ottica Seo: si parla anche di conferme, magari corroborate e rese ancor più forti da esigenze esterne.
Pensiamo ai contenuti di testo e allo loro importanza per l’indicizzazione. Ormai è un fatto risaputo che Google apprezza contenuti di qualità, originali, ben scritti e in grado di fornire informazione reale.
Questa tendenza non andrà di certo a perdersi con il passare del tempo; tutt’altro, sarà rafforzata dalla costante esigenza di qualità che ormai caratterizza la rete.
E lo stesso discorso, quello legato alla qualità, andrà a riguardare i link: anche qui continuerà a crescere la necessità di avere un profilo di backlinks il più possibile qualitativo, contestuale e naturale.
In sostanza, per dirla in termini tecnici da operatore Seo, si parla di rafforzamento di quanto introdotto con Googla Panda (qualità dei contenuti) e con Google Penguin (prifilo di baklinks pulito e naturale).

 

Meno parole chiave e più concetti: l’era semantica
A rafforzarsi sarà anche il concetto di Seo semantica di cui già si è scritto. In sostanza sempre meno importanza alla parola chiave secca a discapito del concetto. Quindi il campo semantico.
Certo è che il concetto di keyword esatta ha perso un po’ di peso nei confronti del campo semantico; quindi dovremmo abbandonare quelle pratiche finalizzate a tentare di indicizzarsi su parole chiave lunghe e spesso non naturali.

Consigli utili per fare marketing on-line

Richiedi una consulenza SENZA IMPEGNO!




 

 
Torna Elenco